26 Maggio 2019
[]
news
percorso: Home > news > POLICORO

Convegno regionale sullo sport a Craco

05-11-2010 08:55 - POLICORO
Craco. Nei giorni scorsi si è svolto, presso la sala consiliare del Comune di Craco, il convegno regionale "L´educazione motoria, fisica e sportiva in Basilicata: esperienze nei piccoli Comuni".
L´evento è stato organizzato dall´Unione Nazionale Veterani dello Sport - sezione "Magna Grecia" con sede in Policoro, unitamente al Comune di Craco ed in collaborazione con il Coni, il Miur di Basilicata, gli sportivi delle Acli e le Acli di Basilicata.
Nella mattinata i presenti interessati hanno potuto visitare la fiera, il centro storico (meta anche di registi e produttori cinematografici che hanno immortalato il paesaggio portandolo sul grande schermo) ed il Monastero di S. Vincenzo che domina dall´alto buona parte del territorio lucano fra "calanchi", zone boschive e coltivate delimitate dalla Val D´Agri e dalla Basentana.
A conclusione della mattinata gli ospiti, in possesso della CRACO CARD, hanno degustato, proprio all´interno del Monastero, prodotti tipici locali come le orecchiette, la zuppa di grano "SIMETO" al pomodorino, funghi porcini e salsicce a punte di coltello, accompagnati da frutta, dolci e un buon bicchiere di vino.
Nel pomeriggio il sindaco di Craco Pino Lacicerchia, aprendo i lavori del convegno, ha salutato tutti i convenuti ed in particolare il dott. Mastronardi concittadino di Craco ritornato nella sua terra d´origine all´età di 92 anni.
"Dobbiamo incentivare e sostenere le attività sportive - ha detto Lacicerchia - nei piccoli comuni come Craco, utilizzando le strutture esistenti ed attivare iniziative come i progetti del settore agroalimentare tipici che nel nostro territorio possono valorizzare il grano e i legumi ormai noti per la particolare ""cuocevolezza".
Ha quindi preso la parola Franco Nola, (moderatore del convegno e presidente della sezione Unvs "Magma Grecia" di Policoro). Nola ha voluto spiegare che la scelta di Craco è stata strettamente legata al desiderio del dott. Mastronardi, primo laureato in Italia nel 1943 in medicina dello Sport con la tesi "I traumi del piede nello Sport", di voler dare un contributo a Craco ed alla Basilicata con un appuntamento importante alla presenza di rappresentanti dei comuni, delle province, della regione, della scuola, del Coni e delle associazioni sportive. Numerosi i riconoscimenti e le onorificenze dati al dott. Mastronardi, ultima la stella d´oro Coni nel 2007. Significativi gli indirizzi di saluto.
Elio Di Bari ha portato il saluto del presidente del C.R. del Coni Tortorelli e del Comitato Provinciale del Coni di Matera. Ha avuto parole di stima e di affetto per il dott. Mastronardi a cui lo lega anche la militanza nella federazione cronometristi.
Leonardo Braico, presidente Acli Basilicata, ha dato tutta la disponibilità a collaborare attraverso l´U.S. Acli, ben radicata sul territorio con i suoi 5000 tesserati riconosciuti dal Coni come Ente di promozione sportiva, auspicando di sedersi quanto prima ad un tavolo tecnico presso la provincia o la regione per autorizzare in deroga il trasporto gratis degli atleti appartenenti alla fascia della scuola elementare dal Comune di residenza alla località di svolgimento delle manifestazioni sportive, mediante gli autobus della scuola fermi nei giorni festivi e nelle vacanze scolastiche.
Mimmo Coletta, consigliere nazionale Unvs, ha salutato tutti i presenti e la signora Mastronardi che da qualche tempo segue affettuosamente il marito. "Una vecchia amicizia - ha continuato Coletta - mi lega al prof. Mastronardi questa sera, relatore del convegno".
Il vice presidente Unvs per il sud Italia Lombardo ha portato il saluto dell´Unione Nazionale dei Veterani dello Sport e del presidente Bertoni impegnato in altra manifestazione. Ha ringraziato il sindaco di Craco e tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione del convegno dando la sua piena disponibilità per l´attuazione dei progetti che saranno presentati e non ha risparmiato parole di apprezzamento per l´impegno del prof. Mastronardi nel mondo dello sport.
Nicola Lobosco si è rivolto a tutti i presenti, al prof. Mastronardi ed al rappresentante della scuola prof. Grilli la cui presenza è significativa per lo sport nella scuola e con i giovani. Ha poi accennato al progetto "Corso di formazione di cultore dello sport" che si sta svolgendo in Puglia e che sicuramente potrebbe essere attuato in Basilicata e nelle altre regioni,individuando gli sportivi artefici di un´opera che fatta in maniera continuata e costante possa produrre tanto benessere psico-fisico e tanta gioia di vivere.
Dopo gli indirizzi di saluto Nola ha dato la parola al prof. Mastronardi che ha relazionato sul tema:"L´educazione motoria, fisica e sportiva in Basilicata: esperienze nei piccoli comuni". "L´attività sportiva - spiega Mastronardi - facilita la circolazione del sangue, ipertrofizza i muscoli, amplifica la capacità polmonare e respiratoria, migliora le condizioni generali dell´organismo e soprattutto dà allo spirito serenità e forza che aiuta a vincere le lotte non solo sui campi di gioco ma anche nella vita. Tutte le discipline sportive sono importanti. Io ho avuto una passione particolare per lo sci. Lo sci, per esempio, ha cambiato completamente la situazione di tanti piccoli paesi. Detti paesi sono diventati grandi complessi sciistici con alberghi a tre e quattro stelle e con impianti di risalita che aiutano a salire sulle vette ed a fare discese meravigliose. Lo sci ha dato lavoro a personale alberghiero, ingegneri, architetti e operai per la funzionalità di vari impianti di risalita(skilift, seggiovie, cabinovie). Inoltre lo sci ha dato vita a numerosi negozi di articoli sportivi (sci, bastoncini, guanti, maglioni, ecc.). Insomma lo sport non fa bene solo al corpo ma dà lavoro a tanta gente e contribuisce in maniera notevole allo sviluppo economico dei piccoli e grandi centri della nostra Italia e del mondo intero".
Un applauso di condivisione generale è seguito alla fine dell´intervento dell´illustre relatore. Subito dopo ha preso la parola il prof. Giuseppe Grilli in rappresentanza della scuola.
"Un piccolo borgo, grande INIZIATIVA. L´importanza dell´attività motoria, fisica e sportiva ha notevole influenza sulla crescita di ogni individuo e lo aiuta a stare bene con se stesso e con gli altri, migliora le relazioni interpersonali e lo stato di salute fino a stabilire un proprio e originale stile di vita.
La scuola materana è aperta al territorio e interagisce al fine di promuovere iniziative tendenti a sviluppare una migliore qualità di vita e di relazioni.
Data la grande disponibilità dei Dirigenti Scolastici delle scuole della provincia di Matera, sarebbe opportuno intraprendere delle iniziative progettuali da parte delle società sportive del territorio al fine di stabilire delle forme di collaborazione.
Specie nelle nostre realtà questa collaborazione migliorerebbe la qualità della vita delle comunità, intervenendo in modo qualificato ad arginare fenomeni quale l´abbadono scolastico e venendo incontro alle devianze giovanili.
Questo fornirebbe stili di vita più adeguati e l´attività sportiva potrebbe essere anche opportunità di lavoro turistico.
La scuola materana grazie alla sensibilità del Dirigente dott. M. TRIFILETTI, alle competenze dei Dirigenti Scolastici e alla professionalità dei docenti di educazione fisica si mette a disposizione per forme di collaborazione che possano favorire un migliore futuro per le nostre giovani generazioni".
Per il Coni di Matera è poi intervenuto Elio Di Bari il quale ha apprezzato moltissimo quanto ha detto Mastronardi ritenendo la sua relazione ricca di esperienze e di osservazioni concrete che possono essere di grande aiuto a tutti gli operatori sportivi non solo dello sci ma di tutte le altre discipline. "Nel prossimo anno sportivo - ha detto Di Bari - attraverso le federazioni, in grande collaborazione con gli Enti di promozione sportiva come l´Unione Sportiva Acli, l´U.N.V.S. di Basilicata (sezione "Magna Grecia" ed altre) e la scuola, intensificheremo i nostri sforzi per ottenere sicuramente risultati superiori a quelli attesi anche nei piccoli centri, a cominciare proprio da Craco".
Dopo del rappresentante del Coni "il gelato" è passato a Gennaro Santoro (delegato regionale Unvs Basilicata) il quale si è ritenuto soddisfatto del lavoro fatto per organizzare il convegno a Craco su un tema che ora potrà interessare anche i piccoli paesi. "I nostri obiettivi - spiega Santoro sono: 1) incentivare modelli ed esperienze di associazionismo servizi e funzioni; 2) creare condizioni tali da rendere meglio visibile la qualità della residenzialità nei piccoli comuni; 3) promuovere la cultura, specialmente quella sportiva rivolta soprattutto ai giovani e non solo, attraverso la riscoperta di tradizioni ludico-sportive locali; 4) creare formule di collegamento tra i piccoli comuni con la realizzazione di manifestazioni intercomunali e distrettuali.
Prima di Natale saremo presenti anche a Potenza con un´altra sezione di Veterani dello Sport e potremo svolgere un´azione a più ampio respiro nella nostra piccola e grande Basilicata contando molto sul Coni, Miur, Unione Sportiva Acli, Comuni, Province e Regione".
Continuando la lunga carrellata di interventi è toccato al responsabile per le politiche dello sport regione Basilicata dott. Armando Tita parlare ai convegnisti.
"Nei giorni scorsi - ha detto Tita - è stato approvato definitivamente il Piano Annuale per lo Sport 2010 (DGR n. 1220/10 - BUR n. 45 del 01-11-2010). Il piano annuale è attuativo del Programma 2008-2010 legge quadro sullo Sport (l. r. n. 26/2004) e riguarda appunto "gli interventi per la promozione della pratica sportiva" a favore dei quali è stanziata per l´anno 2010 una somma complessiva di 1.900.000 euro.
Le misure di sostegno, poste all´attenzione della platea dei soggetti aventi titolo, riguardano in generale tutti coloro che siano in grado di praticare le attività motorie e sportive ed in particolare le persone diversamente abili, minori, anziani, donne e fasce di popolazione svantaggiate.
Queste misure sono, inoltre, finalizzate a promuovere, sostenere e favorire le associazioni, gli organismi sportivi riconosciuti dal Coni, le istituzioni scolastiche, le Autonomie Territoriali e funzionali. Non va sottaciuta, infine, la formazione e la qualifica di altri 30 maestri di sci che, conseguentemente, ha posto in essere il Collegio Regionale dei Maestri di Sci di Basilicata... il PRIMO... nella lunga storia quarantennale della nostra Regione".
Ha avuto, quindi, la parola il prof. Ottavio Bochicchio in rappresentanza dell´Unione Sportiva Acli e membro della giunta provinciale del Coni, il quale ha sottolineato la necessità di rivedere la legge n. 26 del 2004 eliminando le discriminazioni esistenti in campo giuridico ed economico nei riguardi degli E.P.S. Ciò alla luce del nuovo ordinamento e successivamente alla legge 2004 che ha visto l´ingresso ed il riconoscimento degli E.P.S. nel Coni paritariamente alle federazioni sportive.
Ha, inoltre, sottolineato la necessità della formazione di giovani operatori per la promozione delle attività sportive di base che riguardano le categorie più a rischio (bambini ed anziani). Bochiccio ha proposto anche di dare un contributo regionale a quei giovani che organizzano nuove società sportive.
Sono seguiti, infine, altre chiavi di lettura a favore dello Sport in Basilicata condivisi da altri comuni tutti interessati a preparare il terreno per poi seminare e raccogliere buoni prodotti all´insegna dell´impegno, passione e soddisfazione generale.
Concludendo i lavori Franco Nola e Pino Lacicerchia, dichiarandosi soddisfatti della serata, si sono dati appuntamento a breve per incontrarsi con il Coni,gli Enti di promozione sportiva, la scuola, i comuni, le due province e la Regione, per approvare i progetti proposti, rispondendo così alla domanda di sport delle singole realtà e dando istruzioni per la presentazione delle domande prevista dai bandi provinciali che saranno emanati subito dopo quello regionale sul bollettino ufficiale n. 45 del 01/11/2010 della Regione Basilicata.


Referente ufficio stampa: Francesco Nola

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata